Link al sito del concorso.

Si è svolto in Italia, nel 2021, il primo concorso internazionale per piante d’acqua, in gara le più belle ninfee e fiori di loto create negli ultimi tempi dagli ibridatori di tutto il mondo, piantate ad inizio primavera, e fatte crescere durante l’anno, con documentazione fotografica della crescita delle piante durante i vari mesi. Al termine della stagione circa 40 giudici da tutto il mondo, esperti, ibridatori e vivaisti di piante acquatiche hanno valutato le migliori in tre differenti categorie, ninfee rustiche, ninfee rustiche ISG (intersubgeneriche, ninfee rustiche con sangue di ninfee tropicali per avere colori e caratteristiche differenti) e fiori di loto.

La vasca del concorso.

La competizione si è svolta presso il vivaio piantedacqua.it di Gianluca Bonomo, in provincia di Torino, dove si trova una delle più grandi collezioni al mondo di piante acquatiche, soprattutto ninfee rustiche, fiori di loto ed iris palustri. In una vasca preparata appositamente sono state piantate le varietà in concorso, in modo da avere per tutte le piante la stessa situazione di crescita, con zone di profondità differente in base alle informazioni date dagli ibridatori.

Tutto il processo è stato documentato con immagini a partire dai rizomi delle piante appena consegnate, al modo di preparazione dei contenitori per la loro coltivazione, ed alla crescita durante il periodo vegetativo. Tutte queste informazioni le potete trovare sul sito www.waterplants.it/contest/, dove troverete le immagini di cui ho scritto, immagini della vasca dove sono state cresciute le piante ed i risultati del concorso con le piante vincitrici, il sito è in lingua inglese.

La vasca del concorso con in centro il Cyperus Giganteus, papiro gigante resistente al freddo.

La categoria delle ninfee rustiche comprende tutte quelle ninfee che possono venire coltivate in vasche e laghetti esternamente tutto l’anno, in quanto rustiche non patiscono il gelo ed il ghiaccio, nel periodo invernale fermano la vegetazione per poi ripartire ai primi caldi primaverili.

La categoria delle ninfee rustiche ISG comprende ninfee con le stesse caratteristiche di coltivazione delle ninfee rustiche, quindi che possono venire coltivate in esterno tutto l’anno in Italia, ma che sono state create utilizzando polline di ninfee tropicali insieme alle rustiche, per poter avere delle ninfee che non patiscono il gelo ma che hanno anche caratteristiche non presenti nelle ninfee rustiche quali colori tendenti al blu/azzurro/porpora, fiori che fuoriescono sopra la superficie dell’acqua e fiori particolarmente profumati.

Ultima categoria i fiori di loto rustici, anche queste sono piante adatte ai nostri climi in quanto possono venire tranquillamente coltivate in esterno, che non patiscono il freddo, ed ogni anno ripartono nel periodo primaverile. Il fiore di loto ha la caratteristiche che foglie e fiori svettano sopra alla superficie dell’acqua, arrivando anche a due metri sopra il livello dell’acqua con i loro grandi fiori, esistono varietà più grandi che necessitano di spazi ampi per crescere e fiorire al meglio e varietà più piccole, alcune che possono venire coltivate anche in tazze e bicchieri.

Per le ninfee rustiche il primo posto è andato alla ninfea “Tummaruksa”, ibridata in Tailandia da Jakkaphong Sung-Ngam, che produce bellissimi fiori di colore pesca con tanti lunghi petali a punta. Secondo posto per una ninfea dal colore rosso intenso, chiamata “Aai” ed ibridata in Germania da Timo Gabriel. Il terzo posto lo ha ottenuto una ninfea molto particolare, con il fiore rosa con striature bianche, con foglie variegate, chiamata “Zebra” ed ibridata in Polonia dal Marek Miazek.

Per quanto riguarda le ninfee rustiche ISG invece il primo premio è andato all’ibridatore francese Florian Henaux, che ha vinto con la ninfea chiamata “Alain Henaux”, pianta che produce fiori di colore blu/porpora molto scuri, con lunghi petali appuntiti. Il secondo posto lo ha vinto un ibridatore cinese, chiamato Zijun Li, famoso nel mondo delle ninfee per la creazione della pluripremiata ninfea “Detective Erika”, questa volta la sua creazione è una ninfea che somiglia moltissimo ad una ninfea tropicale nei suoi colori sgargianti e nella profumazione del fiore, questa ninfea la ha chiamata “Aria”, il fiore ha petali colore porpora, stami di colore rosso fuoco e centro giallo. Il terzo posto è andato ad una ninfea di colore rosa carico ibridata in Thailandia da Pairote Tongnum e chiamata “Pink Tourmaline”.

Nella categoria fiori di loto, data la presenza di solamente 4 varietà in concorso è stato premiato solamente il primo classificato, chiamato “Golden Chrysanthemum of Nanjing” ibridato da Yuesheng Ding in Cina, questo loto di grandi dimensioni ha un fiore profumato con molti petali di colore crema/verde e produce molti fiori.

Oltre alle ninfee e fiori di loto premiati sul sito si possono vedere tutte le varietà in concorso per poter ammirare le nuovissime piante che a breve saranno poi disponibili alla vendita nei vivai di tutto il mondo.

Questo è stato il primo anno per questo concorso, e sia gli ibridatori che gli esperti e vivaisti hanno apprezzato particolarmente l’iniziativa da chiedere di rendere il concorso annuale per poter ammirare tutti gli anni le novità che verranno introdotte nell’ambito delle ninfee e fiori di loto.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *